SCEGLI IL CINEMA
filtra per filtra per

La casa sul mare

  • Uscita:
  • Durata: 107min.
  • Regia: Robert Guédiguian
  • Cast: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Anaïs Demoustier, Gérard Meylan, Anaïs Demoustier, Robinson Stévenin, Jacques Boudet, Yann Trégouët, Geneviève Mnich, Fred Ulysse, Geneviève Mnich, Fred Ulysse, Diouc Koma
  • Prodotto nel: 2016 da ROBERT GUEDIGUIAN, MARC BORDURE PER AGAT FILMS & CIE/EX NIHILO, IN COPRODUZIONE CON FRANCE 3 CINÉMA
  • Distribuito da: PARTHÉNOS (2018)

TRAMA

In una pittoresca villa affacciata sul mare di Marsiglia tre fratelli si ritrovano attorno all'anziano padre: Angela fa l'attrice e si è trasferita a Parigi, Joseph è un aspirante scrittore innamorato di una ragazza che ha la metà dei suoi anni, e Armand, l'unico a vivere ancora in paese, gestisce il piccolo ristorante di famiglia. Il tempo passato insieme è l'occasione per fare un bilancio, tra ideali ed emozioni, aspirazioni e nostalgie. Finché un arrivo imprevisto, dal mare, porterà scompiglio nelle vite di tutti.

Dalla critica

  • Cinematografo

    Angela (Ariane Ascaride), Joseph (Jean-Pierre Darroussin) e Armand (Gérard Meylan) si riuniscono nella villa di famiglia, prospicente una piccola baia nei dintorni di Marsiglia, per stare vicini all’anziano padre colpito da ictus. Tensioni, non detti, gioie e dolori emergono dal passato, ma il presente è foriero di cambiamenti, a partire dallo sbarco di alcuni migranti… E’ La casa sul mare ( La villa il titolo originale) di Robert Guédiguian, che ritrova smalto e temperie dei suoi lavori migliori. Di uno di questi, Ki lo sa? (1985), vediamo una sequenza con Ascaride, Darroussin e Meylan (più Pierre Banderet) girata proprio davanti a quella villa: bellissimo. Per il resto, il film è una sorta de Il grande freddo con migranti, in cui l’autore francese semina e dissemina i suoi topoi po-etici: classe operaia e anziani, migranti e sessantottini, famiglia e mondo, amicizia e amore, miscelati con empatia, affabilità e, sì, speranza. Non mancano stucchevolezze e velleità ideologiche, ci mancherebbe, ma le cose belle sono di più: l’attrice Angela che cede alle tenere avances di un pescatore, il rivoluzionario Joseph imbrigliato tra giovane fidanzata (Anais Demoustier) e depressione, Armand il cuoco e la chioccia hanno una piacevole, contagiosa temperatura umana. E trasmettono una sconfinata fede nel potere, e nel piacere, del cinema. Fallibili ma vivi, piegati ma non domi, vecchi e però giovani: uomini e donne come i film, quelli che restano. In concorso a Venezia 74.

In programmazione in questi cinema

Cosa vuoi fare?

Idee per il tempo libero

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Altri film nei dintorni

Una storia senza nome

  • Uscita:
  • Regia: Roberto Andò
  • Cast: Micaela Ramazzotti, Renato Carpentieri, Alessandro...

Valeria, giovane segretaria di un produttore cinematografico, vive appartata con una madre eccentrica e scrive in...

Scheda e recensioni

The Nun - La vocazione del male

  • Uscita:
  • Regia: Corin Hardy
  • Cast: Taissa Farmiga, Demián Bichir, Jonas Bloquet,...

Quando una giovane suora di clausura si toglie la vita, in un'abbazia della Romania, un prete con un passato burrascoso...

Nel frattempo, in altre città d'Italia...